1 Novembre 2014 By Redazione Non attivi

L’isola che non ti aspetti

da PleinAir, novembre 2014

• Ha sede a Sassari la piccola ma molto attiva casa editrice Segnavia, dedicata all’escursionismo e alle attività all’aria aperta, con un occhio di riguardo per la Sardegna. Nel suo catalogo abbiamo pescato un volume fresco di stampa e ricco di proposte per chi ama camminare nella natura: Il top del trekking in Sardegna (184 pagine illustrate, 29 euro). La guida propone itinerari classici (il villaggio di Tiscali, le gole di Gorropu, i vulcani del Torru, le profondità delle miniere) e trekking di più giorni, dai calcari del Supramonte alle vedute eccezionali del sentiero Selvaggio blu, dal trekking delle Bocche alle creste del Monte Albo, per finire con percorsi più avventurosi che raggiungono cenge e crinali in vari punti dell’isola. Tra tutti, citiamo la spettacolare via ferrata del Cabirol (nella foto), a strapiombo sul mare di Capo Caccia. Ogni itinerario è illustrato con belle immagini a colori e dispone di una scheda tecnica che riporta distanze, tempi, difficoltà, dislivelli, informazioni utili e consigli.

Un libro da sfogliare prima e durante il viaggio, per esplorare la natura selvaggia dell’isola. Sa soli o accompagnati da una guida esperta, magari proprio l’autore del volume, Corrado Conca (www.corradoconca.it), che ha all’attivo molte pubblicazioni di arrampicata, canyoning e trekking in Sardegna.

N.R.